fbpx

Mese: Aprile 2021

Collasso di Ancore

pnl collasso di ancore

IL COLLASSO DI ANCORE

(articolo precedente collegato: LE ANCORE)

La tecnica del “collasso di ancore” (nota anche come “integrazione di ancore”) comporta la stimolazione del naturale processo associativo di correzione utilizzando l’ancoraggio per collegare uno stato problema ad un’appropriata risorsa.

Il collasso di ancore fu una delle prime tecniche di ancoraggio (e, in effetti, una delle prime tecniche di PNL), sviluppate dai fondatori Bandler e Grinder. Si tratta di stabilire una prima ancora per uno stato risorsa, creare una seconda ancora per un contesto o una situazione in cui la persona desideri avere questo stato risorsa, che al momento non riesce ad evocare, e ‘attivare’ le due ancore contemporaneamente per creare un collegamento ‘psicofisiologico’ tra la risorsa e la rappresentazione del contesto in cui è necessario.

Ci sono diverse varianti del processo di collasso di ancore. A volte è usato per riunire stati positivi e negativi, o per integrare le parti in conflitto di una persona. Tuttavia la tecnica è stata progettata per affrontare situazioni che richiedono cambiamenti di comportamenti semplici, lineari, e può non essere ecologica per questioni più complesse o difficili.

La Dissociazione VK

La Dissociazione VK PNL

PNL La Dissociazione VK

Il processo di dissociazione VK è stata una delle prime tecniche terapeutiche sviluppate dai co-fondatori Bandler e Grinder.

Essi sistemizzarono la procedura nel 1976, come sintesi delle tecniche ipnotiche utilizzate dall’ipnoterapeuta Milton H. Erickson, ed i processi di ordinamento spaziale utilizzati per la terapia della Gestalt da Fritz Perls, suo fondatore.

L’obiettivo fondamentale della dissociazione VK è di separare se stessi dai propri sentimenti, creando l’esperienza di essere al di fuori del proprio corpo.

Questo viene fatto spostandosi totalmente sul sistema rappresentazionale visivo e immaginando di guardare se stessi dalla prospettiva lontana di un osservatore esterno. 

Questo spostamento di coscienza è facilitato dall’utilizzo di alcune tecniche utili a tenere separate le emozioni dell’esperienza, come per esempio sollevare la testa e gli occhi verso l’alto e respirare superficialmente nel proprio petto.

L’uso delle sub-modalità influenza lo stato di dissociazione. Vedendo se stessi guardare un film di se stessi (al contrario di vivere l’evento dalla propria prospettiva e vedere attraverso i propri occhi) è una condizione tipica per creare una dissociazione VK.

Rendere l’immagine visiva di un particolare evento più piccola, più distante, incolore, o contornata da un bordo intorno ad essa, intensifica l’esperienza della dissociazione. 

Torna su